Appunti per una storia :di Torre le Nocelle

Si sono fatte molte congetture  sull’origine del nome del nostro paese e per lo più molto fantasiose.  E’ stato sempre l’appellativo “Nocelle” a colpire la fantasia degli studiosi, ma  proprio quello ha tratto tutti in inganno.

L'origine del nome

di Cirignano Florindo

Una ricostruzione, che ha avuto larga fortuna, fu fatta dall’ins. Igino Luongo negli anni 70 e fu riportata nel libro “ Saggio di Storia delle tradizioni popolari” – Nuova Stampa Avellino 1976 – di Carmine Piscopo.
La leggenda (completamente inventata, dato che non ne risulta la minima eco in nessun documento) farebbe risalire l’edificazione di Torre nientemeno che alle guerre puniche, intorno 250 a.C. per opera dei Sabatiani o Sabatini, abitanti di una città, Sabatia, di cui s’ignora praticamente tutto ( forse sorgeva tra Serino e Atripalda ), se non che un editto del console Lucio Postumio Albino ne ordinò la distruzione. I Sabatiani rifugiatosi qui ed assediati da una tribù nemica, si sarebbero asserragliati nella torre e sarebbero sopravvissuti per lungo tempo, mangiando nocciole e facendo corazze con i loro gusci. La ricostruzione è divertente, ma come detto innanzi, completamente inventata.
La principessa Nucilla
 
Quasi contemporaneamente alla ricostruzione del prof. Luongo, ci fu il lodevole sforzo di qualche altro intellettuale torrese di nobilitare l’origine del paese, facendolo derivare da una patrizia romana di nome Nucilla,  confinata in un villaggio del medio Calore da un editto di proscrizione. Addirittura si compose una canzone (credo di sapere chi la scrisse) in forma di ballata, dedicata alla nostra progenitrice
 

 

Ciò che è assai probabile, invece, è che il nome Torre le Nocelle sia stato il frutto  di un errore di un notaio o di qualche  amanuense dell’Abbazia di Montevergine. Il nome del nostro paese, così come  registrato nelle fonti storiche, era in origine Turre. Lo si trova, in questa forma,  in una pergamena dell 1140, ovvero quando fu edificata la Chiesa di Santa Maria (Codice Diplomatico Verginiano, Montevergine 1976/186 pag.295 nota 1.BCN  Benev 295 cc 11r -12v. Inventarium fattum per dopnum Nicolaum de Tufo rettore subscrittarum ecclesiarum. Bona stabilia ecclesiarum S.te Marie de Turre, quarum una dependet ab alia).
 

In una  pergamena del 1192 c’è un altro  accenno a Torre le Nocelle, a cui viene dato un nome sconosciuto finora: Perticella. Tal Giovanni vende a Costantino una porzione di un mulino che si trova in un posto abbastanza vago a Torre.
(875. CARTULA VENDITIONIS
1192 – maggio, ind. X, Montefusco
Giovanni figlio del fu Girardo, con la partecipazione della moglie Maria, vende a Costantino figlio del giudice Mercurio, alla presenza dello stesso giudice Mercurio e di un altro giudice di nome Riccardo, la dodicesima parte a lui spettante su un mulino, sito nel casale Perticella dove si dice Torricella, realizzando la somma di 3 romanati e 2 tarì di buona moneta salernitana.
(Originale, PERGAMENA N. 869, mm. 278x265; scrittura minuscola di transizione)

Ecco quindi apparire il toponimo  "Turrecella", come diminutivo di Turre ma anche le prime confusioni sul nome .

In seguito fu sempre indicato come Torre di Montefuscolo( attestato sin dal 1412). Tuttavia, nel rogito di vendita del feudo di Montemiletto del 12 Agosto 1383, fatto da Carlo III di Durazzo alla famiglia  Tocco,  compare il nome del casale  di Nocelle. All'epoca faceva parte ddi Montemiletto il Vallone Nocelle ( i "Nucilli" ).  In un atto del 7 ottobre 1375, in una pergamena  di Montevergine  ( G. Mongelli  Abbazia di Montevergine, Regesto delle Pergamene Roma  1956/62), compare per la prima volta  l’appellativo "dotto" di Nucilla"
Il documento è illuminante! 
L’errore di un monaco (probabilmente straniero, quasi sicuramente non irpino), il quale,  trascrivendo un atto confuse Turrecella con Turrenucella, resterà nell’uso comune fino a quando, gradualmente, non  si andrà   a sostituire completamente la parola Montefuscolo, prima con Torre delle Nocelle        ( 1504 E. Ricca, La nobiltà del Regno delle Due Sicilie - Napoli 1859 ), poi con Torrenocelle  (1696)"Torra della Nucella"(1710) ed, infine,  col  definitivo  Torre le Nocelle ( 1727).