Il cartiglio misteroso
di Torre Le Nocelle

                                di Florindo Cirignano

L'uso dei testi  delle immagini presenti in questo sito sono tutelati dalla Legge n.4 del 14/01/1993 sul Copyright (legge Ronchey). E' vietato riprodurre o duplicare  documenti o immagini tratte da manoscritti consultabili nel sito senza nostra autorizzazione scritta.

 

 

 

 

Nel cortile della casa di Lorenzo de Chiara è  visibile un blocco di onice squadrato,  di 23 quintali circa. Un esperto cavatore ne   ha determinato  il peso tramite la cubatura.

Le perplessità che questa  la pietra suscita non sono poche.

Prima fra tutte: L'onice non si trova a Torre le Nocelle ed il posto più vicino dove è possibile reperirlo e Fontanarosa, ad una quindicina di chilometri dal luogo del ritrovamento ( secondo altri sarebbe una tipica pietra di Frigento).

 

 

 

Poi qual è il significato del cartiglio?  Ho fatto visionare le foto a qualche  esperto di paleografia ed epigrafia dell’Università Federico II di Napoli, ma nessuno ha saputo darmi una spiegazione esauriente.
Concordano nel collocare il cartiglio  ad un imprecisato periodo del medio-evo. Qualcuno ha avanzato l’ipotesi che la prima figura, più che essere una lettera dell’alfabeto ( una H), potrebbe essere un  logo, un marchio distintivo della cava, da cui il masso proveniva.

 

 

 

 

Altro punto di domanda: Perché fu portato a Torre?. Trasportare una pietra  di 23 quintali doveva essere una cosa molto complicata a quei tempi, con strade pressoché inesistenti e mezzi di trasporto inadeguati.

 

Ma quello che più colpisce ed intriga è il luogo della sua scoperta.  La pietra fu, infatti, ritrovata nelle fondamenta della casa dei De Chiara, allorquando, dopo il terremoto, fu abbattuta per far posto alla nuova costruzione.  Per quale motivo sarebbe stata acquistata una pietra pregiata per poi  seppellirla?

 

 

Secondo il mio modesto parere, non assistito però da alcuna prova documentale, potrebbe trattarsi di una pietra destinata ad essere scolpita per  abbellire una chiesa locale  e che per una ragione misteriosa non fu mai utilizzata.
 La chiesa fu abbandonata  e il masso razziato e nascosto. Le chiese campestri  indiziate sono diverse:  potrebbero essere quella di San Pietro de Cerreto,  di San Damiano o di San Luca, documentate sin dal XII sec. negli inventari della Biblioteca Capitolare, compilati sotto l'episcopato ( ottimo) di Ugo Guidare tra il 1364 ed il 1370. 

Dallo stesso inventario - lo cito solo di sfuggita- apprendiamo che ogni chiesa possedeva 5 testi liturgici, per cui a Torre avrebbero dovuto esserci 20 manoscritti, probabilmente miniati.
Allo stato attuale delle nostre conoscenze  possiamo solo dedurre che la Chiesa di San Pietro si trovasse in contrada Cerreto, quella di San Luca  nell’attuale Oratorio  ( ?) ( ne è rimasta una traccia nei Catasti Onciari del 1753), mentre non si può  ipotizzare neppure lontanamente  dove fosse ubicata  quella di San Damiano.

E se si trattasse della chiesa di uno dri primi e misteriosissimi santi protettori di Torre, per esempio San Mercurio? Allora qualche rovina  dovrebbe trovarsi nei paraggi delle abitazioni dei Todesca ( I Ciumminera)  

I misteri sono molti ed io chiedo la collaborazione di tutti, per poter gettare un po’ di luce su quella che potrebbe rivelarsi come una storia interessante.

Viene chiaramente rifiutato a priori l’aiuto di persone che hanno più di 9 lauree e storici locali, ai quali  viene, invece, pazientemente reiterata   la diffida dal far razzie non autorizzate nel nostro sito.

 

Torre  le Nocelle 3/9/2005

 

         Il demente
"......Felice ride sulla loro brutta faccia!!!!".

 

 

 

   Se la prima lettera non fosse una H bensì una K ed il tutto  sia una cattiva copia di una scritta greca? Se si trattasse di  CRISTOS   ( Cristo) mal scritto ?  10 Sett. 2005 ( lettera che mi sono spedito).

    Può sembrare incredibile, ma è la verità. Stasera, mentre aspettavo Vincenzino, soso stato attratto da un segno rosso  tracciato su entrambi i battenti del portone dei De Dominicis alle Cruci. Da sotto uno strato di vernice ( recente )scrostrata  emerge questo disegno. Giudicate voi!  18 Sett. 2005 ( lettera che mi sono spedito).