che Torre le Nocelle ringrazia

Lorenzo De Minico

 

Lorenzo De Minico nacque a Torre le Nocelle il 1 luglio del 1896. Dopo la guerra 1915-18, che combatté da ufficiale di artiglieria, nel 1921 si laureò a Bari in Scienze Economiche e Commerciali e nello stesso Istituto si specializzò in Computisteria e Ragioneria. Nel 1925 vinse il concorso per gli istituti tecnici ed insegnò da Ordinario fino al 1931 nell'Istituto “ Della Porta” di Napoli. Contemporaneamente dal 1922 al 1931 fu assistente incaricato di Ragioneria. Nel 1932 vinse il concorso per la cattedra universitaria e fu chiamato a coprire la cattedra di Ragioneria all'Università di Napoli. Le sue opere sono: 1932 - L'assestamento dei valori di conto 1927 - Le riserve delle imprese 1931- Rinnovamento e liquidità del Capitale 1935 - Ciclo produttivo delle imprese industriali 1937- Elasticità e relazioni dinamiche dei costi delle imprese industriali. 1944- Lezioni di Ragioneria 1945- Gli ammortamenti e l'inflazione Pubblicò anche vari articoli in riviste di Ragioneria, fra cui “L'impresa, cellula dell'ambiente economico”. La morte lo colse a Napoli il 12/8/1949, quando era intento a preparare il Vol. II delle Lezioni di Ragioneria. Tutta la sua opera fu rivolta verso un'ottima conduzione delle imprese, con la ricerca di nuovi concetti e principi per una buona rilevazione del reddito. Suoi elementi di studio furono: Variabilità di costo e valutazione del capitale di impresa che dettero l'avvio a reazioni velate anche se senza una critica diretta. La sua opera ha dato qualcosa di nuovo allo studio della Ragioneria, ed egli si può ben definire come uno dei promotori di una nuova scuola, i cui principi sono stati seguiti e lo saranno da molti studiosi.

 

De Minico Lorenzo- Amodeo Domenico, Saggi di economia delle aziende, Milano, Giuffrè

 

Fiume Raffaele - Lorenzo De Minico. Maestro della scuola napoletana -Giappichelli Editori

An Italian forerunner of modern cost allocation concepts: Lorenzo De Minico and the logic of the 'flows of services'


Abstract:
This article provides an analysis of the thoughts of an Italian academic who lived in the first half of the twentieth century, Lorenzo De Minico, in particular it regards his approach to the allocation of common costs. De Minico's main concern was with the conventional, subjective allocation methods proposed by Italian practitioners and academics of his time. He valiantly searched for a methodological approach based on using causality as the basis for linking costs to cost objects. The most interesting finding of De Minico was the concept of 'flows of services' and his commitment to offering a convincing answer to the problem of general or common cost apportionment that went beyond 'traditional' criteria. De Minico's 'flows of services' referred to the outputs of resources consumed in indirect services. These indirect costs can be considered easily 'directly attributable' only if it is possible to measure the connected 'flows of services'. The article shows that the concept developed by De Minico in early twentieth century of Italy confirms the idea that some theoretical frameworks for a causal allocation of common costs were in existence many decades before information technology made such systems a practical proposition.
 

da:
http://www.ingentaconnect.com/content/routledg/rabf/2002/00000012/00000001/art00005