Un Ufo a Torre le Nocelle

 

 

“Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia”.

William Shakespeare, da “Amleto”

 

_ “Porca puttana!”-  esclama una ragazza in un video postato su Youtube. Un’espressione che sintetizza lo stupore di chi si trova, all’improvviso,   sorpreso testimone di un avvenimento inspiegabile.

(http://www.youtube.com/watch?v=Wjzp9fHFXPQ)

Nella notte della vigilia di Natale, tre ragazzi, due maschi e una femmina, che  verso le due di notte transitavano per contrada Felette, sono stati involontari  testimoni di un avvenimento davvero eccezionale: l'avvistamento di un UFO, che  pacificamente sorvolava  il cielo di Torre le Nocelle, roteando sul proprio asse. L' oggetto volante si spostava in continuazione, portandosi ora su Montemiletto, verso sud, ora a nord, sulla verticale di Venticano.  L'UFO ha stazionato per ore, fino all'alba,  nei dintorni  del nostro paese e,  a testimonianza delle sue acrobazie, esiste una serie di foto e perfino un video.

 Il materiale fotografico è stato consegnato al “Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano (C.U.B.M.G.C.)”.   Il centro,dopo un primo sommario esame, ha ritenuto credibili le prove presentate dai ragazzi.

La stampa  locale ha dato ampio risalto all'incredibile evento.

 

http://www.ottopagine.net/common/interna.aspx?id=13330

http://www.ntr24.tv/it/news/5749

http://www.megamodo.com/201187560-avvistati-due-ufo-in-provincia-di-avellino/

 

A Torre la notizia ha  fatto scalpore e si sono accese appassionanti discussioni durate  molto tempo (” molto tempo” secondo la misurazione locale, è intervallo  che intercorre tra due partite di tressette  ).

 

Eccovi alcune interpretazioni della vicenda, che  mi hanno colpito particolarmente

.

  • Ciriaco da giovane  ha lavorato  all'estero e, avendo conosciuto il mondo, la sa lunga,

-  "E’ da quando Aznavour cantò La mamma è morta  che niente è più come prima"- afferma categorico.
( Caspita ...io pensavo che il mondo fosse cambiato dalla venuta del prete! Ero sicuro che lo scioglimento dei ghiacci, la piaga delle zanzare tigri, la crisi economica e la mosca olearia fossero conseguenza della sua venuta).
Il vecchio continua: "  I marziani ( si, perché sono sempre loro: gli stramaledetti abitanti di Marte) hanno capito che siamo deboli, senza sentimenti e senza valori  e pensano che sia giunta l'ora di mettere fine a questa umanità di ladri e  di assassini.
Vedete che le stagioni non sono più le stesse ?" ( Ma vuoi vedere che  veramente non è colpa del prete ma dei marziani?). "Niente è più come prima;  prendete, per esempio la carne di maiale. Non è più buona come una volta. Quando era un ragazzo le tarachelle  ( le spuntature) erano squisite. Vi ricordate che sapore avevano  i fusilli con le tarachelle?" - dice, inghiottendo  saliva.

 Mi rendo conto, all'improvviso, di quanto sia stato criminale Aznavour a rovinare il mondo e la carne dei porci  e  imprudente a  richiamare, con la sua canzone, l' attenzione degli alieni sulla terra e su Torre le Nocelle.

 
  • Quando Erminio racconta una storia, l’ascoltatore resta fermamente convinto che sia stato presente al fatto, anche se questo è avvenuto a più di 1000 chilometri distante. Secondo il  suo resoconto le cose dovrebbero essere andate cosi:

“ Ma che schifo! Mi hai vomitato sulle scarpe nuove “. Intorno ad un’autovettura, malamente parcheggiata  lungo il bordo della via per le Felette, sono fermi tre ragazzi alquanto agitati. Uno sta dando di stomaco, un altro cerca di aiutarlo, ma riceve un fiotto di vomito sulle scarpe e sui pantaloni, mentre una ragazza  ride stringendo le gambe per non farsi la pipì addosso. “Te l’avevo detto di non mischiare il bianco col rosso…ma tu niente.” “ Io lo reggo benissimo  il vino” – dicevi.  E ancora:“Ma che cazzo hai mangiato? E’ un’ora che stai rimettendo”.

La ragazza  intanto faceva un solitario girotondo,  ridendo e cantando “Voglio una vita spericolata”. Ma poi si ferma; il mondo gira, gli alberi girano, il cielo gira, le stelle girano. “E quello cos’è? – dice ad un tratto. “ Un disco volante…è un disco volante”.

Il ragazzo smette per un istante di vomitare, l’altro getta i fazzoletti di carta con cui si stava pulendo le scarpe, ed entrambi alzano naso ed occhi al cielo, nella direzione in cui era puntato il dito della ragazza. E lo vedono: meraviglioso, luminoso, veloce che zigzaga nel millenario cielo di Torre. E ne restano affascinati; tanto che seguono le sue evoluzioni per ore, fino allo spuntare dell’alba. Secondo Erminio lo scettico, gli alieni avrebbero anche comunicato con loro ( telepaticamente) in questo modo. “ Salute a voi terrestri! Veniamo da pianeta Trinken, costellazione  Agli-.Anik, nella nebulosa  di Tauras. Noi Trinketti veniamo in pace. Non temete …(hic!) portiamo la  luce (hic)  della conoscenza e la fiaccola (hic) della verità”-

 

 

 

“ I vangeli riportano che, in una notte di un 24 dicembre di due millenni or sono, una luce abbagliante attraversò il cielo d’oriente. Alcuni la seguirono, perché secondo antiche profezie, quell’astro straordinario annunciava un evento che avrebbe cambiato la storia del mondo. Secondo la tradizione si trattava di una cometa, ma qualcuno afferma che a far intraprendere il viaggio a Gaspar, Melchior e al nero Baltasar fosse stata la luce di un veicolo alieno.

Nella storia del genere umano, a tutte le latitudini, i grandi mutamenti sono stati sempre preceduti da segni premonitori nel cielo, che hanno segnato spesso nascita o morte di grandi civiltà.  E’ venuto il momento, per noi, di voltare pagina? Quali mutamenti stanno presagendo gli “esseri grigi”?

Vengono per curare i mali del mondo, per liberarci dalla spazzatura e dalla crisi economica, per portarci la cura che sconfiggerà il cancro?

E se fossero solo clandestini, irregolari provenienti dal cielo e non dal mare, ma in ogni caso senza permesso di soggiorno?

Oppure, come  gli antropologi che si inoltrano nelle foreste amazzoniche per trovare le tribù ferme all’età  della pietra,  vengono proprio qui per capire come sia possibile che, nel 2011, un paese occidentale non abbia ancora l’ADSL?

 Forse i visitatori sono attratti dalle situazioni paradossali  a loro incomprensibili, proprio come fanno  i turisti giapponesi,  che  riprendono,  con le loro telecamere ipertecnologiche,  i cumuli di immondizia. 
Dai loro vascelli astrali, gli alieni  scattano foto ad un paese dove pare essersi  legalizzata la rapina; dove quattro o cinque briganti di strada scuoiano senza pietà chi cerca disperatamente una risposta ad ansie e  problemi.

 Forse non lo sapete, ma tanti  anni fa, qui, proprio qui, esisteva una civiltà aliena, molto evoluta, che lasciò alcuni pregevoli manufatti, tra cui una raffigurazione di un missile, da noi volgarmente chiamata “Campanaro” e la statua di una divinità alata del pianeta Saturno poggiata su di un obelisco, che noi ci ostiniamo a chiamare “Monumento”.

Io sono convinto che gli extraterrestri vengano a scattare le foto, prima che questi  manufatti rovinino definitivamente a terra.