Avvistata un pantera nera a  Torre le Nocelle
 

 

 
 

Sembrava una burla; Una storia da relegare tra le leggende metropolitane, che di tanto in tanto nascono e si diffondono con incredibile velocitÓ. Insomma  sembrava proprio come la storia dei coccodrilli che vivono nelle fogne di New York o il cane di Giava ( che in realtÓ sarebbe stato un topo).

Eppure ieri la pantera nera, che qualche tempo fa  prima era stata segnalata  ad Ariano Irpino  per poi ricomparire a Pianodardine e poi su Montevergine,  Ŕ stata avvistata non lontano da qui.

Un contadino di Taurasi ha visto sbucare il magnifico animale  davanti alla sua vettura, mentre attraversava la strada da siepe a siepe. Passato il comprensibile  spavento, l'uomo  ha chiamato i Carabinieri.  Sul posto, poi, sono arrivati operatori della provincia, tecnici delle ASL e protezione civile. Sono state trovate alcune impronte, le quali  sembrerebbero compatibili con quelle che di solito lascia il felino. Una di queste Ŕ stata fotografata con un cellulare dal sig. De Angelis Ciriaco.

 Purtroppo, secondo la versione del testimone oculare, pare  che la pantera nera si dirigesse verso i campi di Torre le Nocelle...

 

Aggiornamento: E' stata fotografata da una signora con un cellulare a contrada Bosco Fajano il giorno 11/11/2008

.

 

Dottissima osservazione

Da anni stavo notando un  mutamento nella fauna locale. Normalmente  Ŕ un   processo lento, che richiede molti anni e che un osservatore comune, non direttamente appassionato dell'argomento, registra pigramente. Tra i volatili, per esempio, avevo avuto la percezione di un singolare aumento delle specie rapaci, sia diurne che notturne.

Ma se la presenza di civette, barbagianni, gufi, di una coppia di sparvieri e   due coppie di falchi  mi aveva rallegrato, altrettanto non posso dire per il proliferare di corvi, cornacchie e gazze ladre. Specialmente quest'ultime hanno la pessima abitudine di divorare i pulcini di altri uccelli, per la qualcosa stanno diminuendo  notevolmente, se non scomparendo del tutto,  gran parte dei passeracei : pettirossi, cincie, usignoli,  verdoni, cardellini, beccafico, tordi e....caporevacca, cuccipannelle, paglioneche.
Posso dire  con soddisfazione di aver anche incontrato, per la prima volta nella mia vita, un tasso o, come la chiamano i torresi,  una melonia.

Beh sicuramente non mi crederete! Per˛, detto in confidenza...,ho visto passare per Torre anche qualche   iena  e diversi  avvoltoi. Ma non lo dite a nessuno...shhhhhhhhhhhh.. Per caritÓ! Sarebbero capaci di dare  l'incarico al macaco ridente di  scacciarmi dal paese se non addirittura di farmi del male. Meglio non averci a che fare  con iene, avvoltoi e macachi ridenti. Sono  bestie pericolose!

 
 
 
 
 











   

English version