I FIGLI DELL' AMORE COLPOSO
Tragedia in tre atti di Zeffirino Penna

Eccovi  un giallo letterario! Chi l'autore di questa tragedia?
Di Zeffirino Penna non si sa nulla ed probabile che dietro quel nome si celi un'altra persona della famiglia Penna.  Un Zeffirino Penna realmente esistito, ma nella seconda met del settecento. Una lapide, posta dal figlio Pirro, si trovava fino agli anni pre-terremoto nella chiesetta della Madonna delle Grazie.  L'autore di questa stranissima opera invece  vissuto durante  gli anni del fascismo. La sua tragedia o il suo "drammone", parte in prosa  parte rimata, ambientata durante la guerra di Libia e sono evidenti i limiti imposti dal fascismo alla prolificazione delle parole straniere; difatti champagne  e smoking diventano   sciampagna e smoching.   E' un'opera sui generis, un miscuglio di tragedia greca, di operetta e di romanzo gotico, con  travestimenti,cori, rivelazioni a sorpresa e con finale pieno di  tuoni e saette. L'autore era  sicuramente una persona istruita e, come  si deduce da parecchie  citazioni,  conosceva   abbastanza bene il Manzoni .  
Questa , per quanto mi dato di sapere, la sola opera  di letteratura torrese  che sia mai stato edita . Costo: Lire 2. 
Qui mi limito a presentarvi solo la prima pagina ed il finale.