Cerca

 





E' stupefacente pensare

che  quasi tutti  i personaggi che sono presenti in questa rassegna, sono nati o vissuti nell'arco del XX secolo. Ma prima? Possibile che non c'è pietra, tela, composizione che tramandi il nome di uno scultore, di un pittore o di uno poeta in erba?

Stento a credere che tutto il genio torrese si sia manifestato solo  nell'arco di pochi decenni.

Sono convinto,invece, che il problema sia sempre lo stesso: Torre  non ha ricordo, non conserva, non ha rispetto per il suo passato né per la sua storia.

I suoi figli sembrano posseduti da un demone che li spinge a  distruggere tutto ciò che c'è di antico, di bello e perfino a stravolgerne il suo paesaggio.

E' inutile accusare questa o quell'amministrazione per aver sostituito pietra con cemento e legno con  plastica.   Questo disvalore  si è codificato ormai nel  DNA dei suoi figli.

Ed ecco come, per esempio,  sia possibile che l'unica opera in Italia  di  un  artista  torrese, il cui lavoro è oggetto di tesi di laurea  negli Stati Uniti ed  inserito in prestigiosi volumi di architettura sin dagli anni 30,  rischia di sgretolarsi  nel suo paese natale per incuria tra l'indifferenza di tutti.

Allora è logico porsi questa domanda:  la bellezza, a Torre, è morta perché sono andati via  artisti ed artigiani, oppure questi non ci sono più    perché  qui è morto l'amore per il bello?

 

 

 

 

Una volta, solo mezzo secolo  fa, se un turista avesse voluto gironzolare per le strade e i vicoli di Torre, avrebbe potuto sentire i colpi di martello di una decina di scalpellini, le pialle di calenti falegnami e intagliatori, il maglio che batteva sull'incudine per domare e plasmare il ferro:   Insomma   un fervore di attività, di  persone, di intelligenze.

Peccato che oggi ci sia un deserto. Molti emigrarono e solo così poté emergere il loro genio. Come, altrimenti, avrebbe Emile Ardolino  potuto realizzare a     Torre le Nocelle films del calibro di Sister act o di Dirty dancing?  

 

Questa pagina è aperta a  chiunque si senta un artista

 

 

  •  Che poi ci voglia un coraggio per  sentirsi tale è un altro discorso e non saremo  certo noi  a convincerli del contrario.

    Abbiamo esteso  il nostro interesse anche ad artisti ( vedi Elliot Paul) che anche se non hanno origini torresi, tuttavia hanno avuto un rapporto diretto col nostro paese.

    Questa pagina è aperta a  chiunque non voglia dimenticarli.

 

 


 

Why Torre?
 

 Because it is not a dream.  Take a plane and come home... to Torre. 
 

 

 

 


 



Articoli e Gallerie Fotografiche