Artisti ed artigiani  di Torre le Nocelle

Home  |   Torresi illustri  |   Storia   |   San Ciriaco  |   Artisti & artigiani   |  Contatti


 

 

 

Clamanzio (Charles) Celestino Ardolino
di Florindo Cirignano

     
 

"Di Celestino Ardolino si sanno poche cose. Era il  fratello maggiore del più noto  Edward , ed  insieme realizzarono  importantissime  opere in USA.  A Torre  ci ha lasciato lo stemma  di casa Sullo, la sola chiave di volta che io conosca firmata per intero, con nome e cognome. Celestino avrebbe, inoltre, scolpito tutte le fontane di Torre tra il 1910 ed il 1915."!

Questo avevo scritto fino a pochi giorni fa (ottobre 2009) e dimostra quanto poco  ne sappiamo dei nostri artisti. Tra gli ignoranti mi metto al primo posto. Per esempio non sapevo che il primo nome di  Celestino fosse Clamanzio  ( ed in questa foto si vede una discreta  somiglianza  col pronipote, che guarda caso,si chiama Clamanzio Ardolino e vive a Como. Secondo non immaginavo che fosse il fratellastro e non il fratello di Eduardo e terzo ignoravo ( anche se lo sospettavo) che la sua arte non si poteva  esaurire nella scultura di uno stemma e di una fontana. E così, pian piano, dalla lontana America stanno affiorando i ricordi e i riconoscimenti di sue pregevolissime ed importanti opere che da sole parlano della sua arte e fanno giustizia  dopo quasi un secolo  di un così negletto scultore.

 
     
                 
 


   


   


 
                 
     
 

Sopra: Fonte Battesimale di San Vincenzo Ferrer.

Celestino nacque a Torre le Nocelle il 5 novembre 1870.  Partì per gli USA nel 1891 raggiungendo suo cugino Raffaele Ardolino che era  emigrato nel 1888 e che già aveva avuto discreti successi come scultore. Qualche tempo dopo fa  venire dall'Italia il fratellastro Eduardo. Celestino  Si dimostrò la mente imprenditoriale della famiglia, creando  negli anni diverse società, tra cui quella con  Menconi e la Fratelli Ardolino Studios ( Ardolinos Brothers) che si aggiudicarono negli anni seguenti  numerose e prestigiose commesse.

 

 
     
                 
 

   

 

   

.

 
                 
     
 

 

Sopra: Tomba del Generale Grant. 

Una curiosità: L'aquila in un primo momento era stata posta alla sommità del New York Post Office, di cui Celelstino aveva avuto una commessa ( Granite Cutters' Journal" from 1911). In un secondo momento l'aquila fu riciclata per il mausoleo del Generale Grant

 

 

 
     
                 
 

   
   

 
                 
     
 

Sopra: Chiesa di Notre Dame a New York e tomba di Bertram Goodhue

 
     
                 
                 
     

   

 

 
                 
     
 

 

Sopra: Los Angeles Public Library.

 I fratelli Ardolino furono gli scultori di fiducia del grande architetto statunitense Lee Lawrie che concesse loro ( cosa rarissima) di cofirmare le proprie opere, riconoscendone la grandissima professionalità e genialità. Celestino ritornò diverse volte in Italia sia negli anni novanta che tra il 1914 e il 1916 e non disdegno di occuparsi della scultura di stemmi o di fontane.

 
     
                 
 

   

   

 

 
                 

© COPYRIGHT 2001/2010 ALL RIGHTS RESERVED ETNIKO